L'importanza del contesto

di Administrator

Nel materiale sulla comunicazione non verbale, così come per altro in altri ambiti della comunicazione e altri settori, capita spesso una cosa che può dare davvero adito a incomprensioni e addirittura fallimenti. Si tratta della mancanza di contestualizzazione.

Succede ad esempio che certi comportamenti che in determinati casi possono risultare efficaci per il fine che ci si porpone, vengano portati come "universali" in pratica per qualunque contesto.

E così ad esempio, in certi corsi di persuasione e/o vendita, viene proposto come comportamento efficace, quello di sfiorare e poi toccare, magari sul braccio, la persona che si ha di fronte. Questo perchè gesti simili suggeriscono intimità e confidenza e quindi dovrebbero predisporre l'interlocutore verso una riuscita positiva per i fini che il comunicatore/venditore si propone.

Presentare le cose in questa maniera può risultare mostruosamente fuorviante. Il fatto è che ogni comportamento, risulta più o meno efficace per i fini proposti, a seconda del contesto che lo ingloba.

E' vero che in alcuni casi un comportamento come il precedente può dare risultati positivi. Ma il risultato dipende da molti fattori inseriti nel contesto, che nel caso dell'esempio possono essere:

indole dell'interlocutore (aperta o chiusa)
umore momentaneo dell'interlocutore
percezione che l'interlocutore ha del comunicatore
argomento di discussione
capacità del comunicatore di fare gesti preordinati in maniera spontanea
capacità del comunicatore di coinvolgere preventivamente in maniera emotiva l'interlocutore

e si potrebbe continuare non poco.

La questione diventa quindi quella della capacità da parte del comunicatore di intercettare questi vari fattori e quindi di capire quale comportamento è più valido in quel determinato contesto in u particolare momento.

E' certo possibile che ci siano persone che all'essere toccate preferiscano magari una gioviale e sincera serietà e una comunicazione aperta e empatica ma senza contatti.

Ed è quindi il comunicatore che deve capire in quale contesto si trova. Il comunicatore che vuole comunicare efficacemente deve essere come un organismo che elabora le informazioni che l'ambiente gli fornisce e in base a questo adatta il suo comportamento per raggiungere il proprio fine.

Ed è questa la cosa più difficile. E' una abilità che potenzialmente non tutti hanno allo stesso livello e che per svilupparsi richiede tempo e pratica. Ed anche è il motivo per cui non possono esistere sistemi o tecniche di comunicazione o di vendita che prevedano un unico percorso strettamente definito. Un vero sistema per funzionare in maniera efficace deve essere qualcosa che permette di adattare l'azione al contesto e quindi a chi si ha di fronte e anche di scegliere, quando se ne avverte la necessità, percorsi alternativi per raggiungere l'obbiettivo voluto.


In evidenza
Ultimi articoli
Questo articolo è un velocissimo prontuario di alcuni dei più diffusi comportamenti non verbali con il relativo significato. E' però molto importante al riguardo tenere presente una cosa....
Questo sito è dedicato alla comunicazione non verbale, e porta quindi avanti la tesi che si tratta di una disciplina valida...